Giovedi 4/2 ore 14.30 – Co-progettiamo il nuovo Campus



Giovedi 4/2 ore 14.30 – Co-progettiamo il nuovo Campus

Open Innovation a Firenze:

Giovedi 4/2, in orario 14.30-16-30, ci incontreremo, presso la sede Campus @Multiverso Firenze in Via Campo d’Arrigo, con un gruppo selezionato di imprenditori e professionisti che si sono distinti nella prima edizione del Campus Innovazione per Co-progettare la nuova edizione che partirà da Marzo 2016.

Vorremmo, sempre piu’, rendere il Campus uno spazio aperto di confronto in cui incontrare persone e aziende che come noi vogliono progettare e realizzare prodotti innovativi. Per farlo crediamo che il modo migliore sia co-progettare il modello partendo dall’esperienza vissuta e dal miglioramento di alcuni limiti che abbiamo individuato.

Proporremo le nostre idee e apriremo una discussione. Ci piacerebbe avere il vostro feedback e capire se la nuova edizione del Campus potrebbe facilitare i vs obiettivi di business.
Se sei interessato a partecipare scrivi a segreteria <at> campusinnovazione . it
The following two tabs change content below.

Ivano Greco

Co-Founder Campus Innovazione, mi occupo di gestire e facilitare lo sviluppo di progetti di innovazione (prodotto e processo) da oltre 15 anni in ambito ICT, Internet, Retail

2 thoughts on “Giovedi 4/2 ore 14.30 – Co-progettiamo il nuovo Campus

  1. Crediamo che il progetto sia interessante tuttavia ci sono 2 punti che secondo noi non hanno funzionato almeno per quanto riguarda la nostra esperienza vissuta al campus:

    Punto 1- il team per lavorare con le aziende era di un numero troppo esiguo e le competenze erano poco diversificate,ovvero secondo noi per migliorare il campus si dovrebbe accedere a più risorse anche di persone inoccupate o in fase di cambio/ crescita della propria carriera attraverso banche dati o collaborazioni istituzionali e non ( centri impiego informative enti CNA scuole etc…) per ampliare la gamma di competenze e profesioni.

    Punto 2- richiedere a “scatola chiusa” una somma di partecipazione alle aziende significa per noi non prendersi la mutua responsabilità / benefici/rischi nella fase operativa del progetto che ne’ deriva e quindi mettersi sullo stesso piano dell’imprenditore per lanciare nuovi prodotti o servizi sul mercato quindi lavorare attentamente partendo dalla fase pianificatrice per analizzare obbiettivi rischi e competenze realmente “affamate” (hungry) nel realizzare il progetto che oltre alle attività di analisi di business, ci sono delle soft skills importanti quanto la prima cioè, passione dedizione, volontà , determinazione,amore coniugate ad un’attenta analisi.
    Sono a vs disposizione per eventuali approfondimenti e collaborazioni.
    Inoltre sarebbe interessante parlare eventualmente del campus all’ interno del programma del FLORENCE DESIGN WEEK DAL14 al19 giugno 2016.
    Ciao Alex

  2. Il Campus ha realizzato la prima edizione alla costante ricerca di un modello che potesse facilitare l’interazione fra professionisti e aziende per sviluppare innovazione di prodotto.

    Abbiamo gestito il processo tenendo conto di alcuni vincoli oggettivi che c’erano e che nella seconda edizione vorremmo superare.

    Proprio per questo abbiamo organizzato questa sessione aperta per confrontarci.

    Punto 1) ampliare il numero di professionisti e il range di competenze e’ sicuramente un obiettivo.

    Punto 2) il Campus offre alle aziende un percorso in cui mettiamo a disposizione:
    – costituzione di un team multi-disciplinare che l’azienda deve approvare (designer di prodotto, ingegneri elettronici, programmatori, marketing, etc…).
    – realizzazione del MVP – prodotto minimo funzionante (prototipo) in 3 mesi di lavoro da parte nostra e delle persone del team coinvolto e accettato dall’azienda.

    A fronte di questa offerta chiediamo all’azienda di impegnarsi versando, prima di iniziare la realizzazione del prototipo, il 10% della valorizzazione del lavoro. Il residuo 90%, come sai, viene conguagliato alla fine dei 3 mesi, a prototipo realizzato, con diritto dell’azienda di riscatto totale o parziale, ma senza nessun vincolo di “acquisto”.

    Da parte nostra, prima di avviare la realizzazione del prototipo, facciamo in modo di fornire all’azienda tutti gli elementi per valuare se il “gioco vale la candela”.

    L’anticipo del 10% serve a bilanciare l’investimento del team, nostro e dell’azienda. In questo modo evitiamo che le aziende prendano l’opportunità solo perche’ gratis.

    Dal canto suo l’azienda, a fronte di una cifra stabilita, puo’ vedere il prototipo realizzato minimizzando i rischi e l’investimento (il confronto è con quello che avrebbe speso incaricando un fornitore esterno o assegnando lo sviluppo ad un team skillato interno).

    Si tratta a tutti gli effetti di un accordo di work for equity che, stando all’interno di un processo strutturato, garantisce diritti e doveri a ciascuno degli attori: Team, Campus e Azienda.

    Ci aggiorniamo presto per collaborare sulla FLORENCE DESIGN WEEK 2016.

    Grazie per il tuo feedback Alex.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *